22 febbraio 2017

Confronto pubblico promosso dal comitato d'iniziativa costituzionale e statutaria sulla nuona legge elettorale

 

Stasera ho partecipato al confronto pubblico sulla proposta di Legge elettorale per la regione Sardegna promosso dal Comitato d'iniziativa costituzionale e statutaria all'Hostel Marina di Cagliari moderato dal giornalista Vito Biolchini insieme al professor Andrea Pubusa, ordinario di Diritto amministrativo dell'Università di Cagliari e tra gli animatori del comitato.
Ho informato i presenti che non si tratta di una nuova legge elettorale, ma di una proposta di modifica di quella attualmente in vigore, sicuramente perfettibile ma che avevo il dovere di presentare come compito istituzionale. Abbiamo lavorato ad una proposta di modifica, sulla base delle risultanze di questi anni e delle incongruenze e carenze emerse già all'indomani dell' applicazione della legge elettorale mancanze evidenti sulla rappresentanza politica, non adeguata rispetto a quello che l'elettorato ha espresso attraverso il voto, e una colpevole mancanza di rappresentanza di genere. La mia proposta nasce dall'esigenza non più rinviabile, di aprire una discussione sull'argomento in una situazione diventata ormai stagnante, per avviare un dibattito pubblico, non solo in Consiglio regionale ma anche fuori dal Palazzo, tra la gente. Si tratta di una legge proporzionale con premio di maggioranza che serve a garantire un' adeguata governabilità che evidentemente il sistema del “proporzionale puro” non consente. Mantiene le soglie di sbarramento del 10% per le coalizioni e del 5% per i gruppi di liste non coalizzate, ma introduce una soglia di sbarramento interna, del 2%, includendo la formula del “miglior perdente” per garantire in questo modo un più alto livello di rappresentatività. Vengono inoltre mantenute le otto circoscrizioni per consentire agli elettori di avere almeno un rappresentante per area territoriale. Infine la mia proposta introduce la doppia preferenza di genere, ovvero la possibilità per l'elettore di esprimere due preferenze, ma solo se ricadono su candidati di genere diverso, l'unico strumento realmente in grado di garantire la parità e andando ad incidere anche sulla composizione delle liste circoscrizionali: uguale rappresentanza di generi se il numero dei candidati è pari, uno solo in più se il numero dei candidati è dispari.
Le proposte migliorative che abbiamo inserito nella proposta hanno avuto il merito di aprire una discussione e avviare il percorso all'interno del Consiglio regionali.

 

20 febbraio 2017

Presentazione del VI° volume degli Acta Curiarum

Acta Curiarum : volume VI°

Oggi in Consiglio regionale ho presentato il nuovo volume degli Atti dei Parlamenti sardi (Acta Curiarum Regni Sardiniae).  
Si tratta del 16° volume del progetto avviato negli anni ’80 e dedicato allo studio della storia parlamentare dell’Isola all’epoca dei viceré spagnoli. 
La nuova edizione critica, curata dalla professoressa Laura Galoppini dell’Università di Pisa è incentrata sui Parlamenti dei viceré Angelo De Vilanova (1518-1523 e 1528) e Martino Cabrero (1530). 
I lavori sono stati aperti da una mia relazione ed una del presidente del Comitato scientifico Michele Cossa. 
Sono seguite le relazioni del prof. Angelo Torre dell’Università del Piemonte Orientale “A. Avogadro” e del prof. Gian Giacomo Ortu Componente del Comitato scientifico.

 

 

12 febbraio 2017

La Torres Femminile ieri in visita negli uffici di Sassari

In attesa della partita di domani a Villacidro, la squadra della Torres femminile, accompagnata dal presidente, Andrea Budroni e dal direttore sportivo, Francesco Muggianu, è venuta a trovarmi negli uffici del Consiglio regionale di via Roma a Sassari.
Le atlete della Torres femminile si meritano sicuramente molto di più, il livello di campionato nel quale militano non è certo adeguato alla storia della squadra e ai meriti sportivi conquistati negli anni sul campo. Dall’anno prossimo militeranno probabilmente in una categoria superiore anche se è la serie A l’unico campionato che si addice a questa straordinaria squadra di calcio femminile. L’obiettivo deve essere quello di riconquistarla rapidamente per ripetere i grandissimi risultati che la Torres femminile ha ottenuto negli anni passati.
Al termine dell’incontro ho donato alle atlete e alla società la bandiera ufficiale della nostra isola in segno di affetto e vicinanza. Come da tradizione sportiva, il Club ha risposto all’omaggio consegnandomi il nuovo gagliardetto con le firme di tutte le atlete.

 

10 febbraio 2017

10 febbraio: giorno del ricordo per non dimenticare le vittime delle foibe

Oggi giorno del ricordo per non dimenticare le vittime delle foibe, contro ogni tipo di  violenza e per rafforzare la  democrazia.

 

 



Oggi giorno del ricordo
per non dimenticare le vittime delle foibe,
contro ogni tipo di violenza
e per rafforzare la  democrazia

 

 

 

 

 

 

 

8 febbraio 2017

Doppia preferenza di genere, rappresentatività politica e democraticità, sono le principali esigenze a cui rispondono le ipotesi di modifica della legge elettorale statutaria

Avevo preso l’impegno di definire una proposta che colmasse una lacuna inaccettabile dell’attuale legge elettorale costituita dall’assenza di misure incisive che rendano finalmente effettiva la rappresentanza di entrambi i generi. Con l’introduzione della doppia preferenza di genere e cioè la possibilità per l’elettore di esprimere due preferenze, una per il candidato donna e una per il candidato uomo, introduciamo l’unico strumento realmente in grado di garantire una congrua presenza di entrambi i generi nell’Assemblea rappresentativa della Sardegna, perché la sola garanzia della presenza nelle liste - che nella proposta di modifica portiamo al 50 per cento - non è da sola uno strumento sufficiente.

1 gennaio 2017

Crisi prezzo del latte. Il Presidente Ganau e la Conferenza di Capigruppo incontrano la delegazione della Coldiretti

 Manifestazione Coldiretti per la crisi del prezzo del latte. Cagliari 1 febbraio 2017 
«Il Consiglio regionale è consapevole della crisi vissuta dal mondo delle campagne. E’ una situazione disastrosa alla quale vanno date risposte immediate. Abbiamo ascoltato con attenzione le osservazioni provenienti dai pastori, sono certo che l’Aula saprà trovare una soluzione adeguata». 
Lo ha detto il presidente del Consiglio Gianfranco Ganau al termine dell’incontro della Conferenza dei Capigruppo con la delegazione della Coldiretti.

I rappresentanti dei pastori, anche con toni decisi, hanno chiesto al Consiglio di valutare alcune modifiche alle soluzioni individuate dalla risoluzione approvata la scorsa settimana dalla Quinta commissione del Consiglio regionale. «Vanno bene gli interventi strutturali e gli incentivi sul credito – hanno detto il presidente e il direttore di Coldiretti Battista Cualbu e Luca Saba – adesso però va affrontata l’emergenza. Le aziende hanno bisogno di liquidità, il Consiglio valuti il ricorso al de minimis». Con i rappresentanti di Coldiretti c’erano anche alcuni sindaci che hanno partecipato alla manifestazione di questa mattina. 

Tutti hanno ribadito la necessità di intervenire in aiuto del settore ovicaprino, asse portante dell’economia isolana. «Se non si interviene subito – hanno detto i primi cittadini – le conseguenze saranno disastrose sul piano sociale».

In serata il Consiglio regionale ha approvato a maggioranza la risoluzione della V Commissione la n.20 sulla grave situazione che sta attraversando il settore lattiero-caseario ovicaprino regionale.