30 giugno 2017

Chiederemo all'Europa di riconoscere la condizione di insularità

 

 

Martedì 4 luglio a Santa Teresa, in accordo con il presidente dell’Assemblea della Corsica, Jean – Guy Talamoni, abbiamo convocato la seconda seduta della Consulta corso – sarda. Prosegue il percorso comune delle due isole e il lavoro congiunto del nuovo organo collegiale.
I temi che tratteremo saranno:

Insularità 
I massimi rappresentanti delle Assemblee della Sardegna e della Corsica, insieme ai rispettivi presidenti dei gruppi consiliari in qualità di componenti della Consulta, si confronteranno sul percorso per arrivare al riconoscimento della condizione di insularità, in attuazione dell’articolo 174 del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea (TFUE), approvando una deliberazione specifica.

Lotta comune agli incendi
La Consulta, inoltre, discuterà sulla richiesta congiunta agli Stati italiano e francese per la messa in rete dei mezzi aerei per la lotta agli incendi, tra le principali emergenze sociali ed ambientali che interessano le due isole.

Accordo quadro Università e Premio letterario Mediterraneo Antigone
All’ordine del giorno della seduta di martedì anche l’approvazione dell’accordo quadro in materia di cooperazione tra le Università corso – sarde e quella del regolamento che disciplina il “Premio Letterario Mediterraneo ANTIGONE”.

In linea con gli obiettivi principali della Consulta, in chiusura di seduta terrò una relazione sui rapporti tra l’Assemblea sarda e gli Enti locali, mentre a sua volta il presidente Talamoni relazionerà i componenti sardi della Consulta sulla continuità territoriale aerea e marittima in Corsica.

La seduta della Consulta corso – sarda è convocata alle 10.30 nell’aula consiliare del comune di Santa Teresa di Gallura, in piazza Villamarina n.1, grazie alla preziosa collaborazione del sindaco di Santa Teresa di Gallura, Stefano Pisciottu.