Comunicati stampa 2014

I bambini della scuola elementare di Pirri invadono l’aula del Consiglio regionale. Il presidente Ganau: «Il vostro gesto è un esempio per tutti e affonda le sue radici nella nostra cultura solidale»

Cagliari, 09/06/2014 -

Il loro progetto di solidarietà ha colpito e commosso tutti i sardi, incuriosito testate giornalistiche e trasmissioni radiofoniche. Questa mattina anche il presidente del Consiglio regionale della Sardegna, Gianfranco Ganau, il presidente della Regione, Francesco Pigliaru e l’assessore regionale alla Pubblica istruzione, Claudia Firino hanno voluto ringraziare personalmente gli alunni dell’istituto comprensivo “Marcello Serra” di Pirri che nei mesi scorsi hanno partecipato al progetto educativo – didattico “La pecorella Solidale”. Grazie al loro contributo e al lavoro svolto dalle insegnanti il pastore di Posada, Pietro Marongiu, duramente colpito dall’alluvione del 18 novembre scorso, ha ricevuto in dono un assegno di 1500 euro. Gli oltre cinquanta bambini che hanno partecipato al progetto al quale - in corsa - si è unita anche la scuola primaria del Sacro Cuore di Cagliari, sono stati ricevuti nell’aula del Consiglio regionale: una vera e propria “invasione” di giovani studenti che hanno preso posto negli scranni degli onorevoli consiglieri, eccitati all’idea di poter trascorrere una mattinata da vere celebrità. Incuriositi dall’occasione hanno posto domande ai rappresentanti delle istituzioni su temi di stretta attualità: la crisi che purtroppo colpisce l’isola, le tasse sempre troppo alte da pagare, il lavoro che manca. «Inconsapevolmente avete ripreso e state portando avanti - ha dichiarato il presidente Ganau nel corso della chiacchierata con i ragazzi - un’antica tradizione della Sardegna che affonda le sue radici nella nostra cultura solidale». Il presidente ha spiegato che quando un pastore veniva colpito da una calamità tutti gli altri allevatori della zona gli donavano una pecora del loro gregge per poter ricominciare. «Grazie al vostro gesto di solidarietà – ha aggiunto Ganau - state consentendo a chi ogni giorno nonostante le difficoltà porta avanti la propria attività, di rialzarsi e di riprendere in mano la propria vita con la dignità del lavoro». Intanto il progetto va avanti come hanno spiegato le insegnanti grazie ad un’intuizione avuta dalla coordinatrice, la professoressa Giorgia Meloni, che in occasione della cerimonia di Posada, ha realizzato un disegno fatto a mano per le t-shirt che i bambini hanno indossato durante la manifestazione. Le magliette con la pecorella solidale sono in vendita grazie al supporto della Serigraf che ha offerto la prima produzione e il centro stampa Publigrafic che ha realizzato delle cartoline con lo stesso logo. Da allora con il contributo dei volontari dell’associazione “La Pecorella Solidale” che nel frattempo si è costituita, è partita una grande macchina organizzativa di solidarietà che ha consentito di individuare altri pastori a cui regalare un nuovo gregge.

 

 

Ritorna alla pagina Comunicati stampa 2014