Comunicati stampa 2016

Doppia preferenza di genere, il presidente Ganau incontra il coordinamento dell’associazione Meglio in due: “I tempi sono maturi per una nuova legge elettorale che contenga la doppia preferenza di genere”

Cagliari, 14/2/2016

«Esiste già da tempo all’interno della proposta di riforma della statutaria una modifica della legge elettorale che garantisce la doppia preferenza di genere. Proporrò che venga estrapolata e portata subito all’attenzione della Conferenza dei capigruppo». Sono le rassicurazioni che il presidente del Consiglio regionale, Gianfranco Ganau ha fornito questa mattina a Lucia Tidu, Elena Secci e Carla Poddana del coordinamento Meglio in due, l’associazione che da qualche mese porta avanti un’attività di sensibilizzazione nei territori volta a sostenere la battaglia per garantire la doppia preferenza di genere all’interno della nuova legge elettorale. Il massimo rappresentante dell’Assemblea sarda ha chiarito che le date e i tempi per portare all’attenzione dell’Aula nuove leggi, purtroppo non le stabilisce soltanto il presidente del Consiglio, ma ha ribadito il massimo impegno della presidenza, sin dai primi mesi dell’inizio della legislatura, per vincere «una battaglia di civiltà per la quale i tempi sono maturi e non più rinviabili. Per me questa rappresenta una priorità – ha sottolineato il presidente Ganau – tant’è che da subito ho richiesto agli uffici di lavorare su una proposta di riforma statutaria che contenesse la modifica della legge elettorale con la doppia preferenza di genere».

Il presidente del Consiglio ha spiegato che anche sulla base delle proposte singole avanzate da diversi consiglieri regionali, gli uffici hanno fatto un lavoro di sintesi e di scrematura e la proposta è stata portata all’attenzione della prima commissione consiliare. «Come ha dichiarato lo stesso presidente Agus – ha aggiunto Ganau – credo che sin dai primi giorni del nuovo anno la commissione inizierà a lavorare sul testo di modifica per il quale mi pare ci sia un’ampia condivisione in Consiglio e una sensibilità diversa che fa ben sperare rispetto agli errori del passato». Le rappresentanti dell’associazione Meglio in due hanno chiesto di contingentare il più possibile i tempi della discussione in Aula «che deve avvenire al massimo entro il mese di febbraio – hanno spiegato – così come sollecitano i sindaci e i consigli comunali dei territori che hanno approvato le mozioni a sostegno della doppia preferenza di genere».

«Porteremo avanti questa battaglia insieme – ha aggiunto il presidente Ganau – perché anche grazie al vostro utilissimo lavoro di sensibilizzazione, credo che difficilmente sarà possibile tollerare ancora, attraverso blitz notturni con voto segreto, che la prossima Assemblea legislativa venga rappresentata da sole quattro donne».

 

 

Ritorna alla Pagina Comunicati stampa 2016