10 luglio 2017

Gli Acta Curiarum alla Biblioteca del Senato


Questa sera a Roma nella sala “Giovanni Spadolini” della Biblioteca del Senato della Collana dedicata agli Atti dei Parlamenti sardi abbiamo presentato gli Acta Curiarum.
Un vero orgoglio e un grande onore per noi poter presentare la Collana degli Acta Curiarum Regni Sardiniae in questa prestigiosa sala nell’ambito di un’iniziativa importante che ci consente di condividere con gli illustri ospiti il lungo percorso che ha accompagnato la pubblicazione degli Atti dei Parlamenti sardi.
Un Progetto iniziato oltre trent’anni fa,  un’opera imponente e ambiziosa nella quale ho da sempre fortemente creduto, ritenendo fosse necessario e indispensabile arrivare al suo completamento.
Dall'inizio della legislatura il progetto ha ricevuto un nuovo impulsograzie al lavoro del presidente del Comitato scientifico, l'onorevole Michele Cossa che ha condiviso con me la scelta di ultimare la collana che prevede la stampa di ventiquattro volumi, sedici dei quali già pubblicati e disponibili da dicembre sul sito web del Consiglio regionale della Sardegna.
L'obiettivo, confermato dalle numerose richieste che in questi anni abbiamo ricevuto è quello di offrire una più compiuta e diffusa conoscenza delle tradizioni storico – giuridiche della Sardegna, mettendo a disposizione di tutti, non solo studiosi e accademici, uno strumento di ricerca sulla storia della nostra isola, convinti che approfondire le nostre radici storiche serva a riaffermare la consapevolezza e l'identità di un popolo che in essa si riconosce.

Versione web Acta Curiarum

 

 

 

8 luglio 2017

Sardegna Pride 2017




Partire da quello che siamo e dalla presa di coscienza di quello che siamo, sfuggendo a classificazioni, norme e modelli imposti. È questo il senso del Sardegna Pride, una manifestazione di gioia, colorata, aperta, inclusiva che fa dell'orgoglio e della dignità di essere i suoi tratti caratterizzanti; non una semplice sfilata per esibire ed esibirsi come in molti, sbagliando, tendono a classificarla.
La giornata di oggi è il frutto di un lungo percorso di riflessione ed elaborazione che raccoglie le istanze e le rivendicazioni di lesbiche, gay, bisessuali, transgender e queer che hanno il diritto non solo di poter esprimere se stessi ma di veder garantiti i propri diritti civili, sociali ed economici.

il mio intervento

 

 

 

4 luglio 2017

Insularità, a Santa Teresa un pronunciamento storico

 


Intervista al presidente Gianfranco Ganau e Jean Gui Talamoni

 

 

 

4 luglio 2017

Insularità, a Santa Teresa un pronunciamento storico

 


E' un atto politico storico quello che questa mattina abbiamo approvato come Consulta. Con la deliberazione per il riconoscimento della condizione di insularità, in attuazione dell’articolo 174 del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea, iniziamo a realizzare uno di quegli obiettivi per cui è nato ed è stato concepito l'organo permanente interistituzionale, nato un anno fa.


Il primo obiettivo era quello di farsi riconoscere come macro regione europea e l'approvazione della delibera consente per la prima volta di porre insieme le due isole come interlocutori diretti del Consiglio europeo e della Commissione europea, insieme naturalmente ai due rispettivi Stati che sono quelli che dovranno attivare la procedura per l'effettivo riconoscimento della condizione di insularità .

La Sardegna e la Corsica ragionano ora in perfetta sintonia come dimostrato dall'approvazione della richiesta congiunta ai rispettivi governi per la messa in rete dei mezzi aerei per la lotta agli incendi e la definizione dell'accordo quadro in materia di cooperazione tra le tre università.
E ancora l'approvazione del regolamento del Premio Letterario Mediterraneo Antigone un'idea nata l'anno scorso dagli amici corsi che l'hanno con forza sostenuta e che questa mattina ha animato il dibattito tra i presidenti dei gruppi.
Infine nell'ambito del percorso di scambio di buone prassi abbiamo avuto la possibilità di approfondire alcuni dei temi all'ordine del giorno delle rispettive agende politiche delle due assemblee: da una parte il rapporto tra la Regione Sardegna e gli Enti locali, argomento di grande interesse per la Corsica e dall'altra il tema della continuità aerea e marittima corsa che può rappresentare invece per noi sardi un esempio importante e offrire spunti interessanti.
É stata una giornata particolarmente proficua di cui sono estremamente soddisfatto.

In autunno chiederemo come Consulta di poter essere ascoltati dai referenti delle istituzioni europee, affinché venga data applicazione alla coesione territoriale attraverso la definizione di politiche organiche rivolte alle realtà insulari per costituire un vero e proprio “statuto dell'insularità”, volto all'applicazione di politiche dedicate a realtà come le nostre due isole.

 

 

 

30 giugno 2017

Incontro coi i lavoratori del Sugherificio Ganau

 


Questa mattina ho incontrarto i lavoratori del Sugherificio Ganau di Tempio Pausania volta ad ad evitare il licenziamento di settantanove dipendenti della storica azienda gallurese, tra i maggiori operatori del comparto.
Rivolgo un appello alla proprietà affinché venga studiata ogni soluzione possibile mirata alla revoca del provvedimento che avrebbe delle ricadute sociali disastrose su un territorio già in grave difficoltà. Invito l'azienda a prendere in considerazione la proposta avanzata dalle organizzazioni sindacali di applicare dei contratti di solidarietà.
Il mio impegno sarà quello di sostenere, insieme al Parlamento sardo ogni intervento possibile a definire un vero piano di rilancio del settore legato alla produzione del sughero in Sardegna.

 

 

 

30 giugno 2017

Chiederemo all'Europa di riconoscere la condizione di insularità

 

 

Martedì 4 luglio a Santa Teresa, in accordo con il presidente dell’Assemblea della Corsica, Jean – Guy Talamoni, abbiamo convocato la seconda seduta della Consulta corso – sarda. Prosegue il percorso comune delle due isole e il lavoro congiunto del nuovo organo collegiale.
I temi che tratteremo saranno:

Insularità 
I massimi rappresentanti delle Assemblee della Sardegna e della Corsica, insieme ai rispettivi presidenti dei gruppi consiliari in qualità di componenti della Consulta, si confronteranno sul percorso per arrivare al riconoscimento della condizione di insularità, in attuazione dell’articolo 174 del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea (TFUE), approvando una deliberazione specifica.

Lotta comune agli incendi
La Consulta, inoltre, discuterà sulla richiesta congiunta agli Stati italiano e francese per la messa in rete dei mezzi aerei per la lotta agli incendi, tra le principali emergenze sociali ed ambientali che interessano le due isole.

Accordo quadro Università e Premio letterario Mediterraneo Antigone
All’ordine del giorno della seduta di martedì anche l’approvazione dell’accordo quadro in materia di cooperazione tra le Università corso – sarde e quella del regolamento che disciplina il “Premio Letterario Mediterraneo ANTIGONE”.

In linea con gli obiettivi principali della Consulta, in chiusura di seduta terrò una relazione sui rapporti tra l’Assemblea sarda e gli Enti locali, mentre a sua volta il presidente Talamoni relazionerà i componenti sardi della Consulta sulla continuità territoriale aerea e marittima in Corsica.

La seduta della Consulta corso – sarda è convocata alle 10.30 nell’aula consiliare del comune di Santa Teresa di Gallura, in piazza Villamarina n.1, grazie alla preziosa collaborazione del sindaco di Santa Teresa di Gallura, Stefano Pisciottu.