20 dicembre 2016

Da oggi gli Acta Curiarum sono online


In occasione della presentazione del primo volume dell'Edizione critica dei Parlamenti sardi che abbiamo pubblicato in questa legislatura, presi l’impegno di mettere a disposizione di tutti la Collana degli Acta Curiarum Regni Sardiniae. Ora tutto questo è finalmente possibile perché da oggi gli Acta sono online sul sito del Consiglio regionale: http://www.consregsardegna.it/acta_curiarum_indice.asp  .
Non solo studiosi e accademici ma anche tutti i cittadini e tutte quelle persone che vogliono approfondire la materia, da oggi potranno farlo: dall’home page del sito (http://www.consregsardegna.it/default.asp), attraverso una sezione dedicata è possibile accedere ai volumi, “virtualmente” riposti nella libreria online. Si tratta di un imponente lavoro che ha consentito di digitalizzare tutti i volumi sinora pubblicati.
Perché ogni pezzo della nostra storia serve a costruire la coscienza e la piena identità di un popolo.

http://www.consregsardegna.it/testoNews.asp?id=2854

 

 

14 dicembre 2016

Doppia preferenza di genere incontro con il coordinamento dell’associazione Meglio in due: “I tempi sono maturi per una nuova legge elettorale che contenga la doppia preferenza di genere”


Sulla doppiapreferenza di genere io non ho alcun dubbio, è una battaglia di civiltà per la quale i tempi sono maturi e non più rinviabili. La modifica della legge elettorale rappresenta una priorità come ho ribadito questa mattina al coordinamento dell'associazione #Meglioindue. Anche grazie al loro utilissimo lavoro di sensibilizzazione, credo che difficilmente sarà possibile tollerare ancora, attraverso blitz notturni con voto segreto, che la prossima Assemblea legislativa venga rappresentata da sole quattro donne.

Approffondisci

 

 

13 dicembre 2016

Sostegno alle lavoratrici e ai lavoratori sardi della TIM TelecomItalia questa mattina in corteo a Cagliari per lo sciopero nazionale proclamato da tutte le sigle sindacali

 
Il piano di riorganizzazione voluto dal nuovo amministratore delegato – prevede esclusivamente dei tagli, la riduzione dei costi del personale e, soprattutto, una perdita di tutele con la disdetta unilaterale dell’accordo di contrattazione di II livello per i dipendenti, nel momento in cui è scaduto da ormai due anni anche il contratto di settore.
Il Consiglio regionale non può che sostenere le ragioni delle lavoratrici e  dei lavoratori che temono a seguito alla riorganizzazione aziendale eventuali ricadute occupazionali e una riduzione della qualità del servizio. Seguiremo l’evolversi della situazione con l’impegno di rivederci a breve insieme alla Conferenza dei capigruppo.

 

 

12 dicembre 2016

EUROALLUMINA Incontro conferenza con i capigruppo

  

La conferenza dei gruppo, guidata dal presidente del Consiglio, Gianfranco Ganau, ha incontrato questo pomeriggio la rappresentanza sindacale unitaria dei lavoratori dell’Eurallumina, in stato di “mobilitazione permanente” per sensibilizzare le istituzioni sulla ripresa delle produzioni nello stabilimento di Portovesme. Rsu e lavoratori con Antonello Pirotto hanno rivolto l’invito al presidente dell’Assemblea sarda e ai rappresentanti di tutte le forze politiche perché garantiscano il “pieno e non formale sostegno” alla battaglia per il rilancio della filiera dell’alluminio nel Sulcis ed in particolare, compiano azioni di sensibilizzazione verso l’assessorato dell’Ambiente e la ex provincia di Carbonia-Iglesias perché sia convocata entro l’anno la conferenza dei servizi per il via libera al progetto per la ripresa produttiva dell’Eurallumina. La capigruppo, a conclusione dell’incontro, ha quindi predisposto un documento unitario, indirizzato all’assessorato dell’Ambiente e amministratore straordinario dell’ex provincia Carbonia-Iglesias, con l’auspicio che si proceda con la convocazione della conferenza dei servizi entro dicembre che senza un esito definitivo e positivo vanificherebbe il progetto di ripresa produttiva che prevede, per gli impianti di Portovesme, investimenti per circa 200 milioni di euro e un’occupazione diretta di oltre 350 lavoratori.

 

 

5 dicembre 2016

Referendum costituzionale: la partecipazione è un buon segno per la democrazia, il dato elettorale è inequivocabile ma non credo influisca sugli assetti attuali del Governo regionale se non in termini di rilancio dell’azione della Giunta



È un risultato clamoroso che certifica, in primo luogo, la grandissima partecipazione degli italiani al voto e questo è senza dubbio un buon segno per la nostra democrazia, la partecipazione è  sempre positiva. Il risultato è inequivocabile, c’è una prevalenza nettissima  degli elettori che ha deciso che la Costituzione non si modifica, un dato del quale  bisognerà prendere atto. In Sardegna ha influito molto la preoccupazione per una presunta limitazione dell’autonomia, anzi addirittura per una cancellazione dell’autonomia come è stata ventilata, ipotesi che nei fatti non è mai esistita, però credo che questo aspetto abbia influito molto nella valutazione. Il referendum è stato proposto dal Governo e votato dal parlamento e credo che il risultato in Sardegna non comporti cambiamenti negli assetti attuali, se non in termini di rafforzamento della squadra di  governo,  intervento  già programmato per il rilancio dell’azione della Giunta.

 

 

25 novembre 2016

Alla società sarda Veranu il premio “Green Pride”


Questa mattina con Alfonso Pecoraro Scanio, presidente della Fondazione Univerde, abbiamo consegnato ai giovani imprenditori della società sarda Veranu il premio “Green Pride” per l’ideazione e la produzione della mattonella che produce energia dai passi.
Veranu è un orgoglio per la nostra terra, l'augurio è quello di un’applicazione massiccia dell’innovativo quanto semplice sistema di conversione dei passi in energia elettrica.