21 maggio 2018

Dobbiamo essere orgogliosi di quanto riusciremo a fare per affrancare questa terra dall’incapacità di rispondere alle esigenze dei sardi



Questa sera ho partecipato al convegnodi studi dal titolo “Per una storia della Regione autonoma della Sardegna 1948 – 1969”, organizzato nell'ambito delle iniziative per i settanta anni dall'entrata in vigore dello Statuto speciale, dalla presidenza del Consiglio regionale, il dipartimento di Storia, scienze dell'uomo e della formazione dell'Università di Sassari, il Centro studi autonomistici “Paolo Dettori” e l'associazione culturale “Integru” con il patrocinio della Fondazione di Sardegna.
Ho ricordato il percorso dei settant'anni dell'autonomia sarda, il progresso economico e sociale che lo ha caratterizzato, sottolineando però anche le insufficienze dello statuto emerse negli anni, come il diritto ad essere collegati alle grandi reti dell'energia, pochi indirizzi su temi come la scuola, l'educazione e i beni culturali, ovviamente assenti le reti digitali e internet, e soprattutto nessun accenno alla necessità di riequilibrare la presenza di servitù militari nell'isola. Insufficienza non significa necessità di superamento ma necessità di maggiori spazi di autonomia perché autonomia significa differenziazione e a sua volta la differenziazione non è una scelta, ma una conseguenza necessaria della nostra diversità.

20 maggio 2018

Una straordinaria sfilata di colori, mette in luce la complessità e la varietà delle nostre tradizioni




La Cavalcata Sarda è la festa della bellezza e dell'accoglienza che come tutte le feste tradizionali della Sardegna riesce ad attrarre turisti provenienti da più parti.
Anche per questo la Regione Sardegna è impegnata a promuovere con grandi investimenti, tutte le più importanti manifestazioni folkloristiche e religiose della Sardegna, come i Candelieri, la Cavalcata Sarda, Sant'Efisio, la Sartiglia e il Redentore, eventi unici e particolarmente attrattivi che mettono in mostra le caratteristiche peculiari e forse più intime della Sardegna.

10 maggio 2018

Oggi perdiamo una delle menti più brillanti della Sardegna



Foto: SardegnaDies

Con Manlio Brigaglia perdiamo un pezzo di storia della città di Sassari ma anche dell'intera Sardegna, un pezzo essenziale, mancherà a tutti, politici, amministratori, giornalisti, studenti e semplici cittadine e cittadini. Da oggi la Sardegna sarà certamente più povera perché perde una delle menti più brillanti, curiose e rigorose che abbia mai avuto. Un uomo di cultura e voce critica della società contemporanea che non si è mai sottratta al confronto, animando il dibattito politico sardo con interventi puntuali e incisivi.
Amava Sassari e conosceva come pochi la sua storia e la sua vera identità, nonostante a Sassari non fosse nato. Durante la mia esperienza da sindaco non sempre ci siamo trovati d'accordo, ma di lui ho sempre mantenuto una grande stima e conservo il ricordo di una persona di raffinata cultura e di grande ironia con una memoria davvero straordinaria che tutti gli abbiamo sempre invidiato.

 

 

10 maggio 2018

Insularità in Costituzione continua il mio impegno nel nord Sardegna

Questa mattina a Cagliari abbiamo presentato l'iniziativa "100 tavolini per l'insularità" che mira a raccogliere 10 mila firme nei punti di raccolta previsti nei giorni 11, 12 e 13 maggio in moltissimi paesi e diverse città dell’isola.
L’insularità è una condizione di svantaggio per le isole è una condizione certificata dai costi, 600 milioni di euro in più rispetto alle altre regioni soltanto per il trasporto di persone e merci e un costo complessivo per la Sardegna di un miliardo e 200 milioni di euro. Questo comporta evidenti condizioni di svantaggio strutturali ed economiche che vanno compensate adeguatamente. Per questo chiediamo il riconoscimento di questo principio allo Stato e all’Unione europea.
Sto personalmente sollecitando i sindaci e diversi comuni del nord Sardegna e c’è già una prima risposta positiva, continueremo a farlo anche nelle prossime settimane per coinvolgere amministratori e primi cittadini ai quali chiedo il massimo impegno per sensibilizzare le proprie comunità sull’importanza di questa battaglia.

 

 

30 aprile

Settant'anni appena, ecco il videoclip integrale della canzone "Umpare" che celebra i 70 anni della nostra autonomia.

 

Umpare è una canzone dedicata a te. È tua e di tutti coloro che amano la Sardegna.
L’ha composta Gino Marielli. I Tazenda, Claudia Crabuzza, Maria Giovanna Cherchi e Aurora Lecis l’hanno interpretata. Per noi.
E c'è anche la voce inconfondibile di Andrea Parodi

 

 

28 aprile 2018

Insularità, la FASI sostiene la battaglia per il riconoscimento del principio in Costituzione

Oggi poco prima che iniziassero i lavori dell' Aula ho ricevutoi rappresentanti della FASI, la Federazione delle Associazioni sarde in Italia, ospiti delle celebrazioni per Sa die de Sa Sardigna. L’incontro è stata l’occasione per affrontare alcuni dei temi più cari ai sardi emigrati, in particolare i disagi legati agli spostamenti da e per la Sardegna.
Serafina Mascia, presidente della FASI, si è dichiarata convinta sostenitrice  del Comitato per l’insularità perché è da quarant’anni che combattiamo per l’affermazione di questo principio, per questo bisogna mettersi in marcia insieme, sardi nell’isola e sardi in Italia.
A sostenere le parole della presidente anche Tonino Mulas, presidente onorario della FASI e i due vicepresidenti, Maurizio Sechi e Paolo Pulina che hanno ribadito la necessità di condividere la battaglia anche fuori dai confini della Sardegna.
Hanno riferito che c’è grande sensibilità e attenzione su questo tema e che la FASI è disponibile per coinvolgere i sardi emigrati ma soprattutto tutti quegli italiani che hanno già dimostrato massima solidarietà sul tema. Sono pronti a promuovere iniziative di sensibilizzazione sui territori allestire banchetti e raccogliere le firme nelle città e tra le comunità in Italia per sostenere la raccolta delle firme a sostegno del riconoscimento del principio di insularità.