4 aprile 2018

Il Corecom Sardegna acquisisce nuove deleghe dall' AGCOM




Con la firma della Convenzione, sottoscritta nei giorni scorsi insieme all'Agcom, il Corecom Sardegna acquisisce tra le altre funzioni delegate anche quelle riguardanti le controversie fra utenti e gestori della telefonia e della pay-tv, che dalla seconda parte del 2018 potranno essere definite anche in ultima istanza dall'organo decentrato dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni. Il documento, sottoscritto per l'Agcom dal presidente Angelo Marcello Cardani, per il Corecom Sardegna dal presidente Mario Cabasino e dai presidenti della Regione e del Consiglio regionale, Francesco Pigliaru e Gianfranco Ganau, definisce nel dettaglio le funzioni delegate che d'ora in poi verranno svolte dall'organo di consulenza, supporto, garanzia e gestione della Regione Sardegna per quanto riguarda l'intero sistema delle comunicazioni.

 

1 aprile 2018

Buona Pasqua alla nostra terra






 

30 marzo 2018

Occorre sostegno istituzionale alla Fondazione Adelasia di Torres per partecipare alla America's Cup 2021



Foto Adelasia di Torres Seailing Team

Questa mattina ho incontrato negli uffici della Regione a Sassari i rappresentanti della Fondazione “Adelasia di Torres”, il presidente Renato Azara e il direttore Salvo Manca protagonisti di una sfida che già da tempo li vede impegnati nell'idea di progettare e costruire in Sardegna la barca che parteciperà alla trentaseiesima edizione dell' America's Cup, in programma nel 2021 ad Auckland in Nuova Zelanda.
i rappresentanti della Fondazione hanno illustrato il progetto ben articolato che parte dalla costruzione in Sardegna della barca che parteciperà al trofeo più antico del mondo per il quale si vogliono coinvolgere tutti i sardi, un'occasione unica per mettere in vetrina la nostra isola che avrebbe un enorme ritorno di immagine.
Questo prevede interventi strutturati volti a valorizzare la Sardegna dal punto di vista economico, culturale, turistico e sociale, offrendo anche rilevanti opportunità di lavoro.
Ho accolto con grande entusiasmo il progetto che la Fondazione sta portando avanti,  molto ben articolato e fortemente identitario che si sposa molto bene con l'esigenza di valorizzare la nostra isola sotto tutti i punti di vista: non solo mare, paesaggio e bellezze naturali, ma anche innovazione tecnologica, applicata ad una delle nostre grandi vocazioni, la nautica, e interventi utili per incrementare il turismo nell'arco di tutto l'anno.
Siamo di fronte ad una grande occasione che la Sardegna deve cogliere sino in fondo, ecco perché credo possa essere utile l'istituzione di un tavolo regionale interassessoriale che da qui e sino al 2021 possa supportare l'iniziativa, seguendo tutti i passaggi.

 

29 marzo 2018

Libertà di informazione e segreto professionale sulla fonte delle notizie, diritti e doveri imprescindibili ai quali il giornalista non può e non deve sottrarsi



Foto La Nuova del 28 marzo 2018

La libertà di stampa è uno dei principi sanciti dalla nostra Costituzione, così come il diritto all'informazione che deriva dalla libertà di manifestazione del pensiero e da quell'articolo 21 della Costituzione italiana. Un diritto sociale relativamente recente con la sentenza n.420 del 1994 della Corte Costituzionale che dichiara la necessità di "garantire il massimo di pluralismo esterno, al fine di soddisfare, attraverso una pluralità di voci concorrenti, il diritto del cittadino all'informazione". Non è certo compito delle istituzioni entrare nel merito di quanto accaduto, ma è certamente nostro compito sottolineare l'inviolabilità di questi diritti. Quanto accaduto nei giorni scorsi preoccupa e riaccende il dibattito su alcuni aspetti legati al lavoro giornalistico e alla tutela della autonomia nell'esercizio della professione. La libertà di informazione e di critica è uno dei principi cardine della nostra democrazia e così come recita l'articolo 2 della legge 60 del '63, legge istitutiva dell'Ordine dei giornalisti, è diritto insopprimibile dei giornalisti la libertà di informazione e di critica, così come è loro obbligo inderogabile il rispetto della verità sostanziale dei fatti giornalisti e editori sono tenuti a rispettare il segreto professionale sulla fonte delle notizie. Sono diritti e doveri imprescindibili ai quali il giornalista non può e non deve sottrarsi.
Al quotidiano La Nuova Sardegna, al suo direttore e ai giornalisti esprimo massima vicinanza e solidarietà per quanto accaduto con l'auspicio che possa al più presto essere fatta chiarezza sulla vicenda perché credo sia compito delle istituzioni vigilare e provare a garantire il massimo del pluralismo e dell’autonomia.


 

27 marzo 2018

Una Carta viva difende i diritti dei sardi


Fonte: La Nuova 26-3-2018

Ieri La Nuova ha pubblicato una mia intervista realizzata da Luca Rojch sull' attualità dello Statuto della Regione autonoma della Sardegna che riporto integralmente. 

Non scivola sulla retorica della celebrazione. Il presidente del Consiglio regionale Gian franco Ganau spiega perché lo Statuto sardo è vivo, dinamico, pulsante. Non carta ingiallita dai 70 anni di età, ma uno specchio della realtà. Uno strumento che i sardi possono usare per far crescere la loro isola. La Regione ha deciso di celebrare in modo speciale i 70 anni dello Statuto. Un nuovo logo e una serie di manifestazioni che hanno un obiettivo. Dimostrare il valore fondamentale che questa sorta di costituzione sarda ha per l’isola. Una sorta di testo in cui sono già rivendicati molti dei diritti che i sardi vogliono avere dallo Stato e dall’Europa.

 

22 febbraio 2018

Torneo delle Regioni, il saluto del presidente Ganau alle rappresentative sarda



Ho incontrato, per l’ormai tradizionale “in bocca lupo”, gli atleti, gli allenatori e i componenti lo staff tecnico delle quattro rappresentative della Sardegna (juniores, allievi, giovanissimi e under 23 femminile) impegnate, dal 24 al 31 marzo in Abruzzo, nel prestigioso “Torneo delle Regioni”.
È stato un piacere salutare la vostra partenza per l’Abruzzo dagli uffici del Consiglio che per noi, come è noto, rappresenta la casa di tutti i sardi e con orgoglio vi auguro i migliori successi nel segno della lealtà e della sportività.
Al termine dell' incontro ho consegnato il gagliardetto con i Quattro mori, simbolo della Sardegna, in segno di stima e incoraggiamento.