28 aprile 2018

Insularità, la FASI sostiene la battaglia per il riconoscimento del principio in Costituzione

Oggi poco prima che iniziassero i lavori dell' Aula ho ricevutoi rappresentanti della FASI, la Federazione delle Associazioni sarde in Italia, ospiti delle celebrazioni per Sa die de Sa Sardigna. L’incontro è stata l’occasione per affrontare alcuni dei temi più cari ai sardi emigrati, in particolare i disagi legati agli spostamenti da e per la Sardegna.
Serafina Mascia, presidente della FASI, si è dichiarata convinta sostenitrice  del Comitato per l’insularità perché è da quarant’anni che combattiamo per l’affermazione di questo principio, per questo bisogna mettersi in marcia insieme, sardi nell’isola e sardi in Italia.
A sostenere le parole della presidente anche Tonino Mulas, presidente onorario della FASI e i due vicepresidenti, Maurizio Sechi e Paolo Pulina che hanno ribadito la necessità di condividere la battaglia anche fuori dai confini della Sardegna.
Hanno riferito che c’è grande sensibilità e attenzione su questo tema e che la FASI è disponibile per coinvolgere i sardi emigrati ma soprattutto tutti quegli italiani che hanno già dimostrato massima solidarietà sul tema. Sono pronti a promuovere iniziative di sensibilizzazione sui territori allestire banchetti e raccogliere le firme nelle città e tra le comunità in Italia per sostenere la raccolta delle firme a sostegno del riconoscimento del principio di insularità.

 

 

28 aprile 2018

Sa die de Sa Sardigna è' il simbolo del nostro orgoglio e il riferimento per un percorso ancora da compiere

Oggi celebriamo la giornata dell'orgoglio sardo, Sa die de Sa Sardigna, giornata che ricorda quella lontana data del 28 aprile del 1794, passata alla storia per l'insurrezione dei sardi e la cacciata dei dominatori piemontesi. Un episodio storico che trae origini complesse da uno stato di malessere profondo del popolo sardo cui concorsero molteplici cause e che quest'anno celebriamo in occasione di un altro anniversario dall'alto valore simbolico, il Settantesimo dello Statuto sardo.
Questa matttina ho partecipato alle celebrazioni per Sa die de Sa Sardigna, organizzate dal comitato Pro Sa Die al palazzo Viceregio.

 

27 aprile 2018

Intimidazione al sindaco di Monserrato

Massima solidarietà al sindaco Locci, al suo assessore e al comandante della Polizia municipale di Monserrato, a nome mio e dell'Assemblea sarda che rappresento.
Ancora una volta gli amministratori locali sono vittime di una intimidazione. Si ha la presunzione e forse la convinzione che intimidire gli amministratori possa servire a condizionare in qualche modo l’operato quotidiano di chi amministra le nostre comunità. Credo sia necessario ribadire, ancora una volta, che non è così perché chi amministra lo fa nel tracciato della legalità e nel rispetto delle regole che devono essere giustamente pretese da parte di tutti. Rimane ancora l’urgenza di definire al più presto e insieme alle prefetture sarde un percorso condiviso con le comunità per gestire gli strumenti e le risorse messe a disposizione dopo la firma dell’accordo per i Patti territoriali con il Ministro Minniti.
Condanniamo con fermezza quanto accaduto al sindaco Locci, al suo assessore e al comandante Zurru il massimo sostegno da parte di tutto il Parlamento sardo.

 

26 aprile 2018

Settantesimo Statuto sardo, il Consiglio e la Regione lanciano “Umpare”

C’è un legame speciale tra il popolo sardo e la musica. Umpare è la canzone che celebra i 70 anni dell’autonomia sarda. È una canzone popolare che racchiude dentro più linguaggi, esprime sentimenti di appartenenza a una terra unica, di apertura e accoglienza verso il mondo e il futuro. È composta da diversi stili musicali interpretati in lingua sarda, italiano e inglese.
La conquista dell'Autonomia settant'anni fa ha cambiato il rapporto tra lo Stato e la Regione Sardegna. Settant'anni fa alla Sardegna veniva riconosciuta la dignità di Regione a statuto speciale e per decenni grazie a questo strumento la Sardegna è cresciuta. Abbiamo scelto anche la musica per coinvolgere tutti i sardi, "Umpare" è la canzone che celebra i 70 anni dell’autonomia sarda. È una canzone popolare che racchiude dentro più linguaggi, esprime sentimenti di appartenenza a una terra unica, di apertura e accoglienza verso il mondo e il futuro. E' un pensiero rivolto ai sardi e sarà scaricabile gratuitamente dalla pagina dedicata www.sardegna70.it dal 28 aprile, Sa die de sa Sardigna, giornata simbolica dell'orgoglio sardo.

 

25 aprile 2018

Le conquiste del XXV aprile non devono andare disperse ma bensi consolidate

La mia generazione ha avuto la fortuna di crescere nella democrazia, di compiere gesti di tutti i giorni a cui non diamo peso, come acquistare e leggere un giornale o i libri che vogliamo, esprimere opinioni e manifestare dissenso. Partecipiamo ad attività sociali e culturali, possiamo aderire a partiti, sindacati, votare liberamente per scegliere i nostri amministratori. Sotto il regime fascista la libertà di pensiero, di associazione, di stampa, la possibilità di costituire partiti e di manifestare erano vietate e chi si oppose al regime fu vittima di una violenza inaudita. Spetta oggi a noi e ai giovani far sì che queste conquiste non siano disperse, siano consolidate e non date per scontate.

Il mio intervento

23 aprile 2018

Festa della Liberazione ad Ozieri con gli studenti

Anche quest’anno il Consiglio regionale della Sardegna ha deciso di celebrare il 25 Aprile sul territorio, ringrazio la città di Ozieri e il suo sindaco per averci voluto oggi a ricordare la liberazione dell’Italia dal nazi-fascismo. Ho ricordato l'episodio delle scritte razziste apparse sui muri del paese, e ho  rivolto un ringraziamento ai ragazzi di Ozieri perchè è stato bello vederli così numerosi in quella piazza a sostegno degli amministratori e dei migranti ospitati nella città.